Black: evoluzione e order cialis lowest price rivoluzione del Martini classico

giass
DI Chiara Maci | 4 Ott 2017

 

Se un semplice Martini, agitato e non mescolato (celebre drink del fascinoso agente segreto) scatenava tumulti cinematografici tra malvagi e nemici, la sua evoluzione di fine anni ’80 nacque con velleità più lusinghiere.

L’espresso Martini è una variante molto particolare del cocktail originale.

La leggenda narra infatti che questa miscela nacque come omaggio da un mixologist londinese ad una famosa top model con una grande passione per il caffè forte e i drink dal look retrò.

Qual era la novità? L’accostamento della vodka con l’intensa fragranza del caffè, unendo poi al composto uno sciroppo di zucchero e Kahlùa e dando così origine all’aperitivo dal gusto tostato.

La rivoluzione di questa mescolanza arriva quando un abile bartender, buy online viagra securely decide di intraprendere un viaggio attraverso le innumerevoli combinazioni botaniche.

Questa nuova versione rivisitata vede il GIASS (gin di origine e denominazione milanese, proprietà dell’orgoglioso mixologist) come protagonista assoluto della ricetta, che grazie ad un mono origine arabica, crea un’ innovativa degustazione “Black”.

 

Giass

 

Ideato ad hoc per la settimana della moda e presentato a un evento Black ‘n’ White, fedele come i suoi predecessori, il nuovo arrivato segue nel rinnovamento la tradizione che il classico e buy cialis intramontabile Martini ha intrapreso dalla sua prima combinazione.

Ecco una versione liberamente personalizzata con alcuni ingredienti made in Milan, di Richard D’Annunzio (il creatore di GIASS).

Ingredienti:

GIASS 4,5cl

3,5cl di caffè mono origine arabica Hera

5g di marmellata allo zenzero e limone

 

Preparazione:

– Shakerare gli ingredienti vigorosamente

– Versare il tutto in un bicchiere “old fashion” ricolmo di ghiaccio.

– Guarnire il bicchiere con una fettina di lime disidratato.

 

Di Luca Banfi

 

 

Credits
Photo By Giulia Gattiglia
Condividi questo articolo