Crema di pastinaca & Frittelle di mele

DI Chiara Maci | 13 Gen 2016

Tradizione contro creatività: chi ha detto che non possono stare insieme nello stesso menu?

Spesso uso ingredienti “nuovi” e alla fine tutti chiedono sempre il bis.

È il caso della pastinaca, se non sapete di cosa si tratta, buy cialis non preoccupatevi, vi spiego tutto.

La usiamo per preparare una crema con zenzero e cheapest viagra salmone.

Per dessert, invece, torniamo fedeli alla tradizione con le frittelle di mele.

Per la mia famiglia la tavola è un luogo di condivisione.

Il cibo ha il potere di unirci, anche se in mezzo ci sono tre generazioni…

 

Crema di pastinaca con zenzero e salmone

200g di pastinaca

2 patate

1 filetto di salmone norvegese

Sesamo

1 radice di zenzero fresco

1 cipolla bianca

1l di brodo vegetale

Olio evo

Sale

Pepe

 

La pastinaca è praticamente una carota bianca. La consistenza è più simile alla patata e, come lei, si mangia solo dopo essere stata cotta. Dal sapore più intenso e più dolce.

Perfetta in cucina per realizzare delle creme o delle vellutate.

Lavate e pelate la pastinaca come una carota a rondelle, poi in quattro pezzetti.

Fate a cubetti le patate pelate.

Fate un soffritto con la cipolla e un filo d’olio e aggiungete la canadian viagra pastinaca, fatela insaporire un po’ e inserite anche le patate.

Coprite con il brodo vegetale e lasciate cuocere.

Se vi piace potete abbinare anche un brodo aromatizzato, fatto con rosmarino, alloro e timo.

Pulite e cheap pharmacy viagra tagliate nel frattempo il filetto di salmone a cubotti, panateli con il sesamo per renderli croccanti e fateli scottare in una padella antiaderente senza altri grassi.

A cottura terminata, quando le verdure saranno pronte, frullatele per raggiungere la consistenza di una vellutata e aggiungete una grattugiata di zenzero fresco.

Impiattate, magari in delle cocotte. Mettete un po’ di crema al centro e sopra il salmone.

 

Frittelle di mele

 

500ml di latte

150g di farina

2 mele Annurche

1 uovo

1 cucchiaio di zucchero

1 pizzico di sale

Olio di semi

Zucchero a velo

 

Preparate la pastella lavorando con una frusta per amalgamare la farina setacciata a cui andrete ad aggiungere il latte.

Aggiungete un uovo, lo zucchero e il sale.

Dovrà essere fluida ma non troppo liquida.

Lasciate riposare un pochino, giusto il tempo di preparare le mele.

Io ho scelto le annurche perché hanno la polpa croccante e compatta.

Sbucciatele e tagliatele a spicchi e buy pfizer viagra passateli nella pastella.

La frittelle si preparano con una frittura a immersione, cioè l’olio deve essere abbondante, la temperatura perfetta e le mele vanno immerse totalmente.

Quando saranno ben dorati, scolateli sulla carta assorbente e appena si saranno raffreddati un pochino spolverizzate con lo zucchero a velo.

Il mio consiglio è di abbinare le frittelle con gelato di vaniglia o della crema calda.

 

VOLETE RIVEDERE LE PUNTATE? LE TROVATE QUI:

Puntate – Chiara Maci #VitadaFoodblogger