La Serie è Servita: Pasticcio in crosta!

da | Giu 24, 2016 | in Evidenza (Home), IO IN CUCINA |

I Borgia 

Sui libri di scuola li avrò sentiti nominare decine di volta e la cosa a dire il vero non mi faceva impazzire.

Ma vi assicuro che, guardando la serie, è molto facile appassionarsi alle vicende e gli intrighi dei Borgia, una delle famiglie più potenti della Roma rinascimentale.

Qui opulenza, ricchezza e sfarzo la fanno da padroni. Immagino carni pregiate o volatili cucinati in modo egregio.

Immagino un Pasticcio in crosta, ripieno di carne e di “maccaroni”, ben lucido, laccato, ricco di ingredienti.

 

Ingredienti:

500g di maccheroni

500 g di macinato di vitello

600 g di passata di pomodoro

1 gambo di sedano

1 carota

1 cipolla

3-4 chiodi di garofano

150g di piselli già sgranati

Olio evo

Sale

2 rotoli di pasta sfoglia rotonda

Parmigiano reggiano

 

Preparate per prima cosa il ragù.

Tritate sedano, carota e cipolla e fateli soffriggere in una pentola capiente con l’olio.

Rosolatevi la carne macinata.

Se vi piace sfumate con il vino bianco (io non lo uso) e aggiungete la passata di pomodoro, i chiodi di garofano e regolate di sale.

Se usate una passata densa, aggiungete anche un po’ d’acqua.

Fate sobbollire per un’ora e mezza, due ore con il coperchio. Aggiungete negli ultimi 20 minuti i piselli freschi.

Fate cuocere la pasta in abbondante acqua salata. Scolatela al dente ed amalgamatela con ragù in una ciotola. Spolverate con parmigiano grattugiato.

Prendete ora uno stampo di diametro 16 cm se possibile.

Ricoprite il fondo e i bordi con la pasta sfoglia, rovesciate all’interno la pasta, spolverate con il parmigiano reggiano e chiudete (l’intera superficie) ricoprendo con altra pasta sfoglia saldando i bordi.

Fate qualche piccolo taglio in superficie e infornate a 200/220° fino a coloritura.

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo le disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 2001.